Pubblicato da Simona Valentini il 17 Gennaio 2019

Guerra ai carboidrati! … ma è davvero necessaria?

Parliamo del nemico pubblico di chi ha deciso di mangiare bene o di mettersi a “dieta”: il PANE, ma allargherei al CARBOIDRATO più in generale!

In tutte le diete che si trovano in giro il taglio alle calorie viene dato togliendo i carboidrati: pane, pasta, pizza, biscotti.

Ma sarà proprio vero che il pane fa ingrassare?

Non dipenderà piuttosto dalla qualità del carboidrato?

Noi nutrizionisti spesso consigliamo di mangiare cereali integrali non perché abbiano meno calorie, ma perché sono ricchi di fibre che legano gli zuccheri semplici come una rete da pesca per i pesci, rallentandone l’assorbimento, regolando, in questo modo, i picchi glicemici e la risposta dell’insulina.

I prodotti da forno che compriamo sono fatti con farine molto raffinate derivate dal frumento di grano tenero, privi di fibra, ma anche privi di vitamine e sali minerali presenti invece nei prodotti integrali.

La farina fa la differenza!

Le diverse farine sono diverse tra loro per il loro contenuto in amidi, proteine, grassi, sali minerali e vitamine e fibra.

Il pane non fa ingrassare se mangiato nelle giuste dosi. Saperlo scegliere è meglio: quello in busta, confezionato, per esempio è pieno di alcol per conservarlo negli scaffali … odorate quando lo aprite odorate! Per la merenda dei bambini, quindi, non lo consiglierei, dato che non hanno ancora gli enzimi per metabolizzare gli alcolici!

Sceglierei, invece, un pane fatto di farina integrale o semi-integrale alternato a quello di grano duro o tenero, a lievitazione naturale, accompagnato da verdure e proteine per il pranzo o la cena, o da marmellata per una merenda prima dell’attività sportiva!

 Chi ha problemi intestinali, gastriti o nausee dovrebbe evitare di mangiare troppe fibre, fintanto che la fase acuta non sia passata. Quindi ok per il pane non integrale, magari tostato, che risulta così più digeribile.

Perché non dobbiamo eliminare i carboidrati? Importanza del glucosio

Una dieta in cui non siano presenti i carboidrati per lungo tempo causa un accumulo di corpi chetonici e porta ad una perdita (catabolismo) della massa muscolare e quindi delle proteine che compongono i tessuti del nostro corpo.

Insomma, senza carboidrati facciamo quel che possiamo con quel che abbiamo per far fronte ai nostri impegni: ci autoconsumiamo!

L’organismo trasforma gli zuccheri complessi contenuti nella pasta o nel pane in glucosio che viene trasportato nei diversi apparati ed organi per fornire energia, in particolare alle cellule del sistema nervoso ai globuli rossi (il cui metabolismo è basato esclusivamente sul glucosio) e a quelle del sistema muscolare.

Ci vuole equilibrio!

Io credo che sia necessario evitare il fai da te, il sentito dire, la privazione di alimenti senza criterio: il pane o la pasta non sono da criminalizzare! Bisogna invece imparare a gestire le fonti di carboidrati, semplici come la frutta, i dolci, le marmellate, il miele o complesse come la pasta, il pane, la pizza all’interno di uno stile di vita attivo!!! Il carboidrato è una fonte di energia importantissima sia per le persone meno attive che per gli sportivi (professionisti e non). Il troppo zucchero (quello cioè che non viene consumato come fonte energetica per svolgere le nostre attività) viene immagazzinato sotto forma di grassi. Troppo poco zucchero o nessuno nell’alimentazione ci fa consumare i muscoli … al solito “in medio stat virtus”!

Una pizza una volta alla settimana non è da evitare! Ovvio che se ci metti accanto fritti e dolci diventa un pasto eccessivamente calorico e questo eccesso, alla lunga fa ingrassare! Il pane, o la pasta o le patate a pranzo e a cena, in quantità giuste per ciascuno di noi (a seconda di età, composizione corporea, metabolismo, stile di vita), per accompagnare sono un giusto apporto di calorie, nutrienti ed energia, scoprirete che il peso non aumenterà e sarete anche più felici!

#Alimentazione#cereali integrali#Dieta#equilibrio#farina#fibra#lievitazione naturale#Pane#Sali Minerali#stile di vita attivo#Vitamine#Zuccheri#zuccheri complessi#zuccheri semplici

Commenta l'articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: