La visita nutrizionale

La prima visita dura circa un’ora e prevede:

• Colloquio iniziale, durante il quale raccolgo informazioni con lo scopo di conoscere la persona e di capire i motivi per i quali si intende seguire una dieta.

Durante il colloquio viene effettuata un’anamnesi alimentare per conoscere le abitudini, i gusti alimentari del soggetto, eventuali intolleranze o allergie, diete seguite in passato e più in generale per conoscere il suo stile di vita.

• Analisi della composizione corporea e del metabolismo basale, mediante  misurazioni antropometriche (peso, altezza e circonferenze) e bioimpedenziometriche, che consentono di valutare il rapporto massa magra/massa grassa, lo stato di idratazione ed il fabbisogno nutrizionale del soggetto.

L’attività del Biologo Nutrizionista non prevede la formulazione di diagnosi, né la prescrizione di analisi e di farmaci che restano sempre a carico del medico.

Entro la settimana successiva verrà consegnato un piano nutrizionale personalizzato, elaborato in base alle preferenze, alle esigenze e agli obiettivi concordati insieme del soggetto.

Verranno inoltre forniti dei consigli per correggere eventuali errori alimentari, sull’attività fisica da svolgere, sul corretto stile di vita da mantenere e qualche “trucco” per facilitare l’adattamento al nuovo piano nutrizionale.
Dopo la prima visita seguiranno le visite di controllo, solitamente a scadenza mensile, ma con cadenza variabile, a seconda dei casi, per la valutazione dei progressi fatti, per la verifica degli obiettivi raggiunti e per effettuare le opportune modifiche al piano alimentare in relazione alla rimodulazione degli obiettivi concordati in sede del primo colloquio.